Lobi delle orecchie lacerati: il trattamento chirurgico

Aggiornamento: 9 dic 2020


Trattamento chirurgico delle orecchie | Wellssuite
Trattamento chirurgico delle orecchie | Wellssuite

Indossare orecchini troppo pesanti o eventi accidentali traumatici come un orecchino impigliato possono portare a una deformazione e/o ad una rottura del lobo dell’orecchio che lacerandosi crea una situazione estetica poco piacevole che preclude la possibilità di continuare a portare gli orecchini.


Questa condizione viene definita schisi del lobo auricolare o lobo bifido.


La deformità del lobo auricolare non sempre è dovuta a fattori esterni come l’utilizzo di orecchini pesanti o dilatatori dei lobi auricolari ma può riguardare anche condizioni innate abbastanza comuni come i lobi attaccati alla guancia senza la naturale piega tra viso e lobo.

Tutte queste situazioni che creano spesso disagio estetico e psicologico, limitando la possibilità di sentirsi bene con se stessi e con gli altri, possono essere curate attraverso interventi di chirurgia ambulatoriale di ricostruzione del lobo.


L’intervento viene eseguito in anestesia locale praticando un’incisione cutanea appositamente studiata seguita da una precisa sutura. Il decorso è abbastanza rapido, il paziente può infatti tornare immediatamente a svolgere le sue normali attività quotidiane. Le cicatrici residue sono appena visibili solo per poche settimane.


A seguito di completa guarigione si può effettuare un nuovo foro vicino (ma non sopra) la ferita e sarà quindi possibile rimettere gli orecchini.



170 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti